mercoledì 8 giugno 2011

...cavacon, riflessioni

...che a leggere il post precedente sembra quasi che abbia portato sfiga.
cosa è andato storto? molte cose in effetti.
ma mi soffermerei sul fattore FUMETTO.
cosa c'era al cavacon di inerente al fumetto? quasi niente.
gli ospiti, certo quelli c'erano (a parte Djurdjevic che ha dato buca all'ultimo secondo), ma erano/eravamo tutti allo sbaraglio ad alternarci in uno stand 4x4.
unica piccola attenzione alla disegnatrice Arantza Sestayo relegata in un angolino sponsorizzato dalla Panini e a Paolo Barbieri.
tutti gli altri nello stand 4x4 che al terzo giorno puzzava di stalla.
non ho capito l'esigenza di avere un pass standista per la macchina e pagare la cifra di 5 euro per il parcheggio.
un buono pranzo quando capitava.
mostre? una bella, fatta una decina di giorni prima che ha creato tanta confusione perchè nulla aveva a che vedere con la fiera, pur avendo il logo in copertina. e così è capitato che per una settimana di fila la gente mi chiedesse la fiera con la mostra delle tavole dove fosse, senza aver capito che i due eventi erano distinti e separati.
i Cosplay
l'80 % del pubblico ovviamente era composto dai maledetti in costume, che non contenti hanno occupato per 3 giorni di fila i bagni usandoli come spogliatoi o come luogo per accoppiamenti.
l'evento tanto atteso dalla maggior parte dei ragazzi è stato il concerto dei Versailles, che oltre alla modica cifra di ingaggio hanno avuto anche pretese da vere checche star.
che visto la poca attinenza con i comics (non per fare i conti in tasca ma) magari la Bandabardò costava meno e l'affluenza sarebbe stata maggiore...e il divertimento anche.
se noi disegnatori ci siamo divertiti è perchè le fiere sono uno dei pochi modi di incontrarsi, quindi si sorvola sulla cattiva organizzazione e ci si diverte bevendo birra e parlando di fumetti.
parliamo della sola tirata da Marko Djurdjevic, ok avrà avuto i suoi buoni motivi per dare buca, ma un rimprovero va all'organizzazione e a chi si occupa del sito ufficiale, in quanto un piccolo avviso anche la sera, o il giorno dopo sul sito della fiera poteva esserci. Alcune persone si sono mosse da Roma e altre addirittura da più lontano soltanto per incontrare Marko. E' normale che poi qualcuno pensi in malafede che non si sia data la notizia solo per far staccare qualche decina di biglietto in più.
case editrici? GG studio a parte, nemmeno l'ombra.
tirando le somme
appassionati di fumetti? pochi, veramente pochi, non basta chiamare una decina di disegnatori e buttarli in uno stand, tanto per fare numero.
so che i problemi organizzativi sono stati tanti, bene o male poi risolti nel corso del primo giorno (parlo di stand, tavoli e sedie) però quello che manca è la consapevolezza di creare un evento per tutto ciò che ruota intorno al fumetto, quello che si è creato invece è stato esattamente l'opposto.


8 commenti:

Enrico Galli ha detto...

Quindi rispetto allo scorso anno non è migliorato niente?
Ps: I versailes in Giappone sono star, quindi le pretese che hanno sono quelle, poi il fatto che qui siano meno conosciuti e attirino poca gente è un'altra faccenda.

Silvio ha detto...

Peccato,
spero e credo che andrà meglio nel 2012 (o ci sarà la fine del mondo), in ogni caso è proprio l'ultima fiera (semi)indipendente che vi è rimasta in campania, proteggetela, curatela, supportatela e tenetevela stretta.
Però forse è il territorio (e relativo tessuto di appassionati, associazioni e fumetterie) che non è adatto a supportare queste manifestazioni così diventa normale che diventi tutto cosplay e ramen quello che non è Comicon.

PS
Ricordo che anni fa gli italianissimi "Ricchi e Poveri" venivano considerati delle superstar quando andavano in giappone ;-)

Andrea Del Campo ha detto...

...mettiamo che fosse venuto Marko giuggevich...lo si faceva stare a disegnare in una tenda messa in un parcheggio pieno di cartacce arroventato dal sole?
ho letto che il primo giorno aspettando per ore che la fiera aprisse c'è stata gente e bambini che si è sentita male ed è svenuta per il caldo...basito.

Karma Police ha detto...

Mi spiace molto per la fiera! :( Spero sia migliore quella del prossimo anno. :)

Anonimo ha detto...

Ciao Luca,

sono Pietro sono anonimo perchè non ho nessun account richiesti.

Quello che dici tu è vero lo stand era piccolo, di fumetti veramente poco e cosplay a palla.

Però io ho notato una cosa allo stand c'era un clima bellissimo che definirei "genuino".
Abbiamo scherzato, bevuto, avete disegnato (penso con piacere) ed alla fine ci siamo divertiti basta vedere le foto.

Questo non giustifica le peccheche spero siano risolte il prossimo anno.

Ti saluto, ciao
Pietro

Luca ha detto...

Concordo! Infatti è quello che ho detto!
Mi sono molto divertito allo stand! Questo non ha nulla a che vedere con l'organizzazione, per fortuna!
Tra di noi abbiamo passato 3 bei giorni!

Raul Cestaro ha detto...

mmm.. allora, per la compagnia, ho fatto male a non venire, per la fiera ho fatto benissimo ;)
..accoppiamenti nei bagni?? ... beh, che schifo....

Luca ha detto...

...eh infatti!
evvabè Raul, ci vedremo in situazioni migliori! :)